Si è svolta lunedì 6 luglio nell’Aula Magna della Scuola Secondaria di Primo Grado di Cerano la premiazione degli studenti che hanno conseguito risultati eccellenti negli Esami di Licenza. La ditta Sarpom ha elargito delle Borse di studio a sette studenti che hanno concluso il primo ciclo di studi con il massimo dei voti.

Quattro alunni hanno ottenuto la valutazione di 10 e lode, tre alunni hanno conseguito la valutazione di 10.

«È una cerimonia in tono minore – ha detto la Dirigente scolastica Giuseppina Ferolo – ma della quale non abbiamo voluto privarvi. Proprio per gratificare il vostro impegno. Il mio augurio a tutti voi è quello di continuare a lavorare con la serietà che avete dimostrato, soprattutto in un anno particolare come questo, in cui avete dovuto affrontare tutte le difficoltà legate alla didattica a distanza. Avete incontrato degli ostacoli, che avete superato in modo brillante, e, purtroppo, li  incontrerete anche in futuro. Il mio invito è a non scoraggiarvi, a studiare sempre con tenacia, in modo da far fiorire i vostri talenti. A voi, che siete il frutto migliore del nostro lavoro, i miei complimenti più sinceri e l’augurio di realizzare i vostri sogni.

Desidero, inoltre, ringraziare l’azienda Sarpom per l’attenzione che dimostra ormai da tempo alla nostra scuola e ai nostri studenti. Quest’anno oltre alle borse di studio, ha, infatti, finanziato anche il laboratorio di informatica».

Subito dopo ha preso la parola il Direttore della raffineria Giuseppe Buonerba: «Desidero farvi i complimenti a nome mio e dell’azienda. Posso affermare che quest’anno siete stati ancora più bravi, avendo dovuto preparare l’esame in un modo totalmente differente rispetto a quello utilizzato dai vostri predecessori. Voi ragazzi siete l’orgoglio della scuola, del paese e del nostro territorio. State gettando le basi per il vostro domani e lo state facendo nel migliore dei modi. Le aziende e il territorio hanno bisogno di giovani talenti e riteniamo sia importante guardare al futuro, contribuendo alla formazione, premiando l’impegno e gli ottimi risultati ottenuti. Desidero, inoltre, ringraziare gli insegnanti, per il prezioso e difficile lavoro che hanno affrontato e le famiglie per il loro supporto».