I bambini della classe 2C del Plesso Don Saino di Cerano, il giorno 9 giugno, a conclusione dell’anno scolastico, hanno vissuto una giornata molto positiva, avente come scopo lo “stare insieme, imparando all’aperto”.

In realtà, lo scopo enunciato precedentemente, non aveva nulla di nuovo per la classe che ha lavorato tutto l’anno in questo modo, attivando la didattica outdoor…ma qualcosa di nuovo, quasi impossibile direi (non avremmo mai pensato di farcela!), c’è stato: siamo stati ospitati nella famosa ed amata dai ceranesi “Villa Langhi” (al Casté da Sciarön).
Il signor Ruggero Barenghi, proprietario della Villa, è stato disponibilissimo e si è lasciato trascinare dal nostro entusiasmo: ci ha mostrato i meravigliosi giardini fioriti, posti davanti e dietro il possente ma elegante edificio, camminando con noi e colloquiando per darci gentilmente informazioni e rispondere alle nostre domande; i nostri sguardi incuriositi e sbigottiti davanti a tanta bellezza, hanno riempito gli spazi verdi già rigogliosi di colore!
Il sig. Ruggero ci ha poi raccontato la storia della Villa in modo preciso, non tralasciando curiosità che hanno tenuto vivo il nostro interesse. Ascoltandolo, abbiamo compreso l’importanza del “conoscere i beni culturali del nostro territorio, conservarli e non fare di questi un uso improprio”.
Ecco la meraviglia di cui abbiamo potuto godere!

La mattinata è proseguita verso luoghi particolari di Cerano, a cui i ceranesi sono molto affezionati: la Fontana del Beato Pacifico, la Chiesa di San Giorgio, la Piazzetta di San Martino.
Ogni angolo ha suscitato in noi emozione e ha dato spunto per racconti ed interviste ai ceranesi che passavano in quel momento.

Tutti insieme, accaldati ma carichi, ci siamo poi diretti, camminando lungo la Roggia Cerana, verso un po’ di ristoro: i meravigliosi spazi verdi siti in “zona Scuole Medie”.
Lì abbiamo usufruito degli spazi freschi, all’ombra, giocando e consumando un succulento pranzo al sacco, immersi nel verde. Abbiamo sempre rispettato la natura, pur godendone appieno.

Nei giorni seguenti, in aula, abbiamo “collegato outdoor con indoor” con conversazioni, in cui si sono potuti esprimere le emozioni ed il gradimento, con il tracciamento del percorso su cartine individuali e con tanti disegni allegri! Speriamo di poter ripetere esperienze simili!

Le maestre e gli alunni di 2^C