Il nostro I.C. ha aderito al progetto del Ministero dell’Istruzione attivando percorsi laboratoriali per incrementare le competenze di base degli alunni delle scuole primarie e secondarie, per recuperare la socialità almeno in parte perduta e accompagnarli al nuovo anno scolastico.

Per la primaria le attività programmate sono state svolte durante il mese di giugno, dal 14 al 25 in orario antimeridiano. Ogni classe o interclasse si è organizzata in base alle proprie esigenze, alternando le attività con laboratori di recupero/potenziamento, di informatica, giochi didattici e uscite guidate per approfondire la conoscenza del territorio. L’adesione è stata numerosa, gli alunni iscritti al Piano Scuola Estate del nostro Istituto che aveva per titolo “Impariamo divertendoci” sono stati circa i 2/3 del totale.

Qui di seguito sono documentate alcune delle attività intraprese dalle classi della Scuola Primaria di Cerano.

CLASSI TERZE

I bambini di terza si sono recati presso la Cascina Artusi per conoscere da vicino il lavoro agricolo, le varietà di risi, comprendere le fasi di coltivazione del riso e del granturco, vedere da vicino i macchinari utilizzati e gli animali della fattoria come mucche e cavalli.

Un’altra attività molto interessante svolta dalle classi terze è stata il Laboratorio di Scrittura Creativa che siè tenuto all’aperto in luoghi del “cuore” di Cerano, come la Chiesa di S. Rocco, nel Cantone Mulino, e la Chiesa di S. Pietro vicino al Cimitero: i nostri piccoli scrittori in erba, (nel vero senso della parola, infatti erano seduti in mezzo al verde dei prati!) si sono lasciati ispirare da questi monumenti ricchi di storia e di bellezze artistiche, per scrivere delle fantastiche “fiabe capovolte”!

CLASSI QUARTE

Tra i progetti pensati per il Piano Scuola Estate degli alunni delle classi quarte c’era la conoscenza da vicino del proprio territorio, in particolare degli edifici storici e significativi del paese. Facendo quattro passi per Cerano hanno scoperto addirittura l’esistenza di un ex-convento francescano, vicino alla Chiesa di S. Martino. I frati vennero a Cerano dal 1483 fino all’inizio dell’800 per onorare il culto del Beato Pacifico, il patrono del paese. In seguito nel 1882 ritornarono, ricostruendo il convento in cui studiò San Giuseppe Gambaro, sacerdote di Galliate. I bambini hanno avuto la fortuna di poterlo visitare, grazie alla disponibilità e alla gentilezza dei proprietari che ora lo abitano e che si occupano del giardino e dell’orto che ai tempi i frati coltivavano per ricavarne cibo e sostentamento.

Un’altra attività degli alunni di quarta è stata la visita alla Biblioteca Comunale, intitolata a Don Angelo Stoppa ed anch’esso edificio storico, poiché era l’abitazione del custode e la sede degli uffici dell’ex Cotonificio Valle Ticino durante i primi del ‘900. In biblioteca i bambini sono stati accolti da Paola Pilosu, da anni la nostra bibliotecaria, che ha proposto ai giovani lettori una carrellata di letture interessanti per l’estate.