Articoli

“A sbagliare le storie … si vedono le stelle” , un laboratorio – spettacolo tratto da Gianni Rodari veramente stupendo, che  si è svolto il  23 novembre alla scuola dell’infanzia di Cerano con i bambini di tutte le età .

E’ l’incredibile storia di Giovannino Perdigiorno alle prese con Dodo, una sua amica, molto saccente, che non perde occasione per ammonire e rimproverare il malcapitato Giovannino.

Giovannino compie tanti errori nel raccontare le storie molto famose e Dodo lo corregge.  I due raggiungono un mondo incredibile e fantastico nel regno della fantasia. ù

L’interpretazione è stata veramente eccezionale nel coinvolgere i bambini che diventano gli autentici protagonisti di questa narrazione e accompagnano tutto lo spettacolo con giochi, balli, canti mimati. Elemento fondamentale è l’educazione musicale ritmata che per tutta la durata dello spettacolo ci ha permesso di creare semplici coreografie accompagnate poi dall’aspetto giocoso e divertente dello stare insieme.

Ringraziamo l’Amministrazione Comunale che ci ha dato questa opportunità, la collaborazione con la bibiotecaria Paola e la dirigente del nostro istituto che ha permesso l’organizzazione di tutto ciò.

A nome di tutti i bambini della scuola dell’infanzia

 GRAZIE!!!

Giuseppina Fenini

Venerdì 16 dicembre tutta la Scuola dell’Infanzia si è recata in piazza per per addobbare l’albero di Natale, situato davanti alla sede del Comune, con le palline realizzate in classe.

Siamo poi entrati nell’ edificio incontrando il Sindaco e ne abbiamo approfittato per visitare il suo ufficio e chiedere spiegazioni circa le bandiere presenti dietro alla scrivania: quella Europea, quella raffigurante la regione Piemonte e quella rappresentativa del Comune di Borgolavezzaro.

Ci ha poi accompagnati in Sala Consigliare e accomodandosi sulla sedia, facendo finta di suonare la campanella, ci ha illustrato come avviene una seduta del Consiglio Comunale. Una lezione interessante di Educazione Civica.

Veronica Consoli

Dopo la pausa forzata dovuta alla pandemia finalmente  presso il giardino del plesso della Scuola dell’Infanzia di Borgolavezzaro si è tenuta la tradizionale  “castagnata” con la preziosa collaborazione di alcuni nonni appartenenti all’associazione “ Burchif”.

Continua a leggere

Mercoledì 26 ottobre i bambini della scuola dell’ infanzia Tornaco hanno potuto sperimentare la vendemmia manuale dell’uva e la pigiatura.

Si sono trasformati in piccoli contadini e contadine e hanno  raccolto i loro grappoli d’uva appesi alla nostra vigna, allestita dalle insegnanti nei giorni precedenti nell’aula rosa.

Dopo aver raccolto i grappoli hanno pigiato con le loro manine gli acini, fino ad ottenere il succo assaggiato per conoscerne il gusto. Dopo aver lasciato a riposare qualche settimana il liquido, a conclusione del percorso, hanno travasato ed imbottigliato il vino.

Maestra Laura

Quest’anno abbiamo affrontato un viaggio partendo dalla nascita della Terra alla comparsa dell’uomo: ci siamo soffermati sul periodo preistorico, per cui la festa di fine anno ha avuto come tema principale come viveva l’uomo primitivo.

I bambini della sezione rossa e verde della scuola dell’infanzia di Borgolavezzaro si sono esibiti in canti e balli tribali, presso il campo sportivo del paese. Il campo allestito a tema, insieme ad una mostra di elaborati e cartelloni, hanno incorniciato lo spazio aperto. Le maestre hanno organizzato un momento di saluto dedicato ai bimbi grandi con una canzoncina dedicata ai genitori e consegna del Tocco e diploma. Successivamente bambini e genitori si sono alternati in attività ludiche predisposte nei vari stand ed infine una ricca merenda organizzata dai genitori ha ristorato i piccoli alunni.

Andreula Ippolita

I piccoli alunni della scuola dell’infanzia e le loro insegnanti presentano le attività che hanno realizzato in occasione di questa importante ricorrenza istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU.

Scuola dell’Infanzia di Cerano

In occasione della giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, le insegnanti della Scuola dell’Infanzia di Cerano hanno invitato i bambini a riflettere sull’importanza dell’accoglienza e
dell’inclusione. Successivamente i bambini hanno partecipato all’ascolto di storie e video-storie con rappresentazioni grafiche. Inoltre hanno realizzato delle coccarde blu e un cartellone collettivo.

Le insegnanti

Scuola dell’Infanzia di Borgolavezzaro

Dopo l’ascolto e la visione del filmato della storia “La coccinella senza pallini”, abbiamo proposto ai bambini un’intervista, per verificare sentimenti ed emozioni. E’ stato emozionante ascoltare le loro riflessioni e le loro idee. Successivamente ai bambini è stato proposto di drammatizzare la storia attraverso l’utilizzo del Kamishibai, accompagnati dai personaggi della storia, immedesimandosi in chi si sente diverso, per esprimere, con gesti e parole, la diversità come valore aggiunto.

Hanno realizzato il cartellone a forma di cuore tutto blu ed ognuno di loro si è disegnato.

“Tutti siamo diversi e unici”!!

Ippolita Andreula

La scuola dell’infanzia di Cerano ha partecipato al progetto “Dona cibo” organizzando, nel rispetto delle difficoltà del periodo, una settimana di sensibilizzazione al dono della generosità raccogliendo generi alimentari per aiutare chi si trova in situazione di bisogno.

Lunedì 8 marzo, tutte le insegnanti hanno spiegato ai piccoli alunni il significato del progetto e, attraverso immagini e racconti, hanno fatto capire quanto sia bello donare senza aspettarsi nulla in cambio. I bambini hanno colto con entusiasmo il messaggio e chiesto ai genitori di portare a scuola per i più poveri del cibo a lunga conservazione. Davanti a ogni classe è stato collocato un grosso scatolone colorato con immagini di cibo adatto alla raccolta che stavano organizzando. Il contenitore più volte è stato riempito e svuotato dai bambini contenti di fare un gesto importante; ogni mattina mostravano alla maestra le cose portate da casa con il sorriso e con orgoglio.

‹‹ La mia mamma ha detto che serve il latte per i bambini appena nati.››
‹‹ Io ho portato tanta pasta e il sugo, così si può fare la pastasciutta al pomodoro!››.
‹‹ Insieme alla farina e ai piselli ho messo anche le caramelle, perché magari c’è un bambino piccolo in quella casa.››
Queste e altre espressioni tenerissime hanno accompagnato il gesto dei nostri bambini che si sono dimostrati attenti e sensibili nei confronti degli altri.

Venerdì, appena prima della chiusura della scuola per l’emergenza epidemiologica, tutti gli scatoloni pieni, sono stati consegnati ai volontari della CARITAS di Cerano che hanno ringraziato per il prezioso contributo. Si provvederà nei prossimi giorni alla distribuzione dei generi alimentari alle persone in difficoltà.

A volte basta poco per rendere un servizio utile alla propria comunità. I bambini, insieme alle insegnanti “hanno dato una mano a dare una mano” a chi, in un momento non facile per nessuno, fa più fatica e ha bisogno di aiuto. Questo progetto ha avuto successo grazie alla preziosa collaborazione delle famiglie che hanno accolto favorevolmente la richiesta dei bambini e, insieme alle maestre, hanno insegnato con l’esempio l’importanza del dono e dell’amore per gli altri.
A tutti loro va il nostro grazie.

Le maestre della scuola dell’infanzia di Cerano

Gli alunni della scuola primaria di Garbagna ricordano…

IL DIRITTO DI ESSERE UN BAMBINO
Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare;
chiedo un sorriso di chi sa amare
chiedo un papà che mi abbracci forte
chiedo un bacio e una carezza di mamma
Io chiedo il diritto di essere un bambino
Di essere speranza di un mondo migliore
Chiedo di poter crescere come persona
Sarà che posso contare su di te?
Chiedo una scuola dove posso imparare
Chiedo il diritto di avere una famiglia
Chiedo di poter vivere felice,
chiedo la gioia che nasce dalla pace
chiedo il diritto di avere un pane,
chiedo una mano
che m’indichi il cammino.
Non sapremo mai quanto bene
Può fare un semplice sorriso.
Madre Teresa di Calcutta

La Giornata dei Diritti dei bambini si celebra il 20 novembre di ogni anno. La data coincide con il giorno in cui l’ Assemblea Generale dell’ONU adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo nel 1959, e la Convenzione sui diritti del fanciullo, nel 1989.

Gli alunni della scuola primaria di Garbagna sono stati coinvolti in attività di sensibilizzazione e conoscenza dei diritti fondamentali dei bambini di tutto il mondo. Le insegnanti hanno proposto la visione del cortometraggio : “ L’isola degli smemorati” tratto dal libro di Bianca Pitzorno.

Su un’isola in mezzo all’oceano abitata da nove anziani, tra, cui il vecchio mago Lucanor, approdano otto bambini soli in seguito a un naufragio che li ha separati dai loro genitori. Lì inizia la loro avventura, una storia raccontata con leggerezza ma che affronta un tema fondamentale, quello della tutela dei diritti dei bambini, sanciti dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia.

Il cartone è piaciuto molto ed è stato un ottimo spunto di riflessione.

Mariacristina Cascio

Il 19 Marzo in occasione della Festa del Papà, i bambini della scuola dell’infanzia hanno fatto gli auguri ai loro papà.

I piccoli alunni hanno accolto l’invito delle loro insegnanti e hanno realizzato lavoretti, disegni e recitato insieme ai loro genitori questa dolcissima poesia.

Scuola dell’Infanzia di Borgolavezzaro

Scuola dell’Infanzia di Cerano

Gli Arancioni

Gli Azzurri, i Bianchi e i Blu

I Rosa e i Verdi

I Rossi

I Gialli

Scuola dell’Infanzia di Nibbiola

Scuola dell’Infanzia di Tornaco